Riunione di gestione
Tutti i martedì alle ore 21.00

Iscriviti alla nostra Newsletter
(Inserici la tua email)

Radio Onda D'Urto Kollettivo Studenti in Lotta CUA CTV

Calendario degli eventi

26 settembre 2014

MERCATO47 – DE GUSTI BOOKS – APERICENA VEGAN a cura del Gdc PUBBLICO ORTAGGIO

dalle ore 16,00: MERCATO 47

Prodotti biologici, naturali, tradizinali, dall’agricoltura contadina e dai piccoli produttori: una spesa diversa è possibile

pane, ortaggi, frutta, vini, formaggi, miele, pasta, cereali, conserve, cosmesi, produttori del commercio equo e tanto altro ancora

per difenderci dall’aumento dei prezzi, per acquistare prodotti di qualità,
per incontrare e conoscere i piccoli produttori,
per non essere asserviti all’industria agro-alimentare e alle grandi catene di distribuzioni,
per il consumo critico e perche’ la spesa sia un momento di incontro e socialità

dalle ore 17,30: DE GUSTI BOOKS

apertura della Libreria47  con possibilità per tutt* coloro che vengono a fare la spesa di fermarsi per un bicchiere di vino, o per l’acquisto di un buon libro di piccole e medie case editrici, difficilmente reperibili nei grandi circuiti di vendita….

I vini proposti sono tutti di cantine vicine, e acquistati direttamente dai produttori, per continuare l’offerta proposta dal Mercato47 che da anni porta avanti l’idea di un consumo più etico e più critico…. Durante le serate saranno offerti assaggi dei prodotti del Mercato.. vi aspettiamo quindi … e ricordate:
I LIBRI SONO CIBO PER LA MENTE!!!

da non perdere: angolo BOOKCROSSING - SCAMBIO LIBRI

Il *BOOKCROSSING* è un’iniziativa di libero scambio di libri,

All’interno della Libreria47  uno spazio apposito dove chiunque voglia, può prendere un libro e se vuole portarne un altro, e così contribuire allo scambio gratuito di cultura, racconti ed esperienze.

Per far si che l’esperienza non si esaurisca mai sarebbe meglio che chi prendesse un libro liberato ne liberasse a sua volta un altro.

FAI VIAGGIARE LA CULTURA!

dalle ore 19,00: APERICENA VEGAN a cura del Gdc PUBBLICO ORTAGGIO

 

Inizio: 26 settembre 2014 16:30
Termine: 26 settembre 2014 23:00

CABARET POSTPORNO: DEVENIR PERRA di e con SLAVINA

Devenir Perra – Cabaret Postporno

Non sono mai passata per buona. Questa è stata una battaglia persa in anticipo che non mi è mai interessato combattere. Giá da piccola mi piaceva troppo rispondere e dire la mia – piú di quanto fosse consigliabile per una brava bambina. Mio padre me lo ripeteva mille volte: da quandomi vide appena nata seppe che gli avrei dato problemi. Eccome se gliene ho dati. Sebbene non trovai altro rimedio che sopportarla, non accettai mai la sua violenza contro di noi. Nacqui in guerra con l’ordine patriarcale che minacciava la mia vita e quella di tutte le donne: non potevo che essere femminista.
(Itziar Ziga – Devenir Perra, 2009)

Letteratura degenerata, etica promiscua, nuovi immaginari erotici e visioni che sfidano il comune senso del pudore: Devenir Perra è un assolo che combina elementi di stand up comedy, spoken word e burlesque femminista. Tra narrazione e metanarrazione si compone un ritratto della femminilitá radicale come soggettivitá politica insorgente.
Perchè se Donna non si nasce, Cagna si puó diventare.

Devenir Perra attraversa e supera i confini della postpornografia come strumento di sovversione dell’intimitá e di politicizzazione del privato.
Perché la liberazione dei corpi passa attraverso la legittimazione della molteplicitá dei desideri, delle forme di relazione e delle loro rappresentazioni.
Perché pensiamo, con il beneplacito di Emma Goldman, che non ci possa essere nessuna rivoluzione senza investimento libidinale.

di e con: SLAVINA

Porno-attivista impegnata fin dalla fine del secolo scorso nell’ambito delle lotte sociali, dell’autoproduzione e della tecnologia DIY, ha scoperto nel 2005 a Barcellona la scena della postpornografia, iniziando a concepire un’idea piú sexy della Rivoluzione.
Le politiche del corpo in forma di nuova pornografia, gender hacking, amore queer e sessualitá radicale sono diventate il suo campo d’azione e il tema principale delle sue performance, dei suoi esperimenti narrativi multimediali (nel 2012 ha pubblicato il libro Racconti per ragazze sole o male accompagnate), dei laboratori che la portano in giro per tutta Europa.
Partecipa al progetto Le ragazze del porno e alla piattaforma benefica Come4 oltre a tradurre e promuovere in Italia il lavoro delle sue amiche poetesse, performer e scrittrici ispanofone.

roarrrr

nel 2010 scrivevo questa presentazione di me stessa, decisamente meno pro ma piú linea con lo stile a cuore aperto di questo blog:

(non so se succede anche a voi, ma io ogni tot di mesi devo scrivere una presentazione di me stessa e/o del mio lavoro. questa é l’ultima.
l’ho scritta per il libro di un tipo molto simpatico che ha fatto una ricerca antropologica sulle donne che lavorano nella pornografia ma la domanda di base era: perché emigrasti?)

Sono nata a Roma – non ai bordi di periferia come Eros ma proprio in borgata, come diceva mi nonna.
Arrivata al bordo dei 30 anni, per una coincidenza infelice e decisiva mi sono ritrovata senza lavoro, senza amore e pure senza casa.
Avevo fatto qualsiasi tipo di lavoro mentre frequentavo l’universitá – ovviamente tutti lavori-di-merda: precari, sottopagati e (c’é bisogno di specificarlo parlando dell’Italia?) senza un regolare contratto.
Con impeto idealista insieme a un gruppo di colleghi e colleghe videomaker a un certo punto avevamo aperto, piene di speranza e di sogni di riscatto, una cooperativa che puntava a rivoluzionare il panorama stantio dell’audiovisuale italiano. Volevamo fare televisione intelligente, promuovere un’informazione libera, formare i ragazzi delle periferie *degradate* perché avessero i mezzi per comunicare e rappresentarsi…
Com’era ovvio in un paio d’anni il progetto si sfracelló, umanamente ed economicamente, lasciandomi con un buco in petto e una grave crisi d’identitá.
Avevo un fidanzato egocentrico e narcisista, che dopo anni di dipendenza malata ero riuscita a mandare a quel paese ma che continuava a fare di tutto per rendermi la vita impossibile (e che anche quando aveva smesso di farlo rimaneva come un fantasma in tutte le strade, in quasi tutte le feste, in troppi discorsi).
Anche economicamente ero a pezzi e per risparmiare avevo deciso di dividere la stanza e pure il letto con la mia migliore amica. Peró essendo depressa, demotivata e stanca di tutto non ero di certo la compagna ideale – e anch’io mi sentivo parecchio scomoda, soprattutto quando si fermava a dormire con noi il suo fidanzato coi dread.
L’ultima battaglia politica nella quale m’ero impegnata anima e corpo era il referedum sulla procreazione assistita: con le zie del Sexyshock avevamo fatto video, manifestazioni, di tutto.
Ed era andato tutto male (non che non fossi abituata a perdere, anzi da dopo Genova l’unica speranza ammissibile sembrava il pareggio).

Cosí pensai che era ora di cambiare aria. Che la mia precarietá poveva diventare una risorsa – niente mi legava concretamente a Roma, nessuna cosa buona né cattiva, ero libera di surfare (grazie Alex Foti) e andare dove avrei trovato condizioni migliori di vita.
Se avevo la sensazione di essere riuscita a sbagliare tutto potevo riprovarci altrove e sbagliarlo meglio.
Rimaneva da decidere la destinazione: amavo Berlino, ci ero stata molte volte e conoscevo un po’ di gente. L’unica concorrenza seria era rappresentata da Barcellona, dove ero stata solo una volta ma che alla fine vinse ai punti per il clima e la lingua, che non conoscevo ma che a occhio e croce mi sembrava piú abbordabile del tedesco.
Ovviamente ignoravo che a Barcelona si parla catalano e tutta contenta, mentre s’avvicinava la data della partenza leggevo l’opera omnia di Neruda, unica lettura spagnola che avevo trovato in casa di mia madre, mentre ripassavo in originale i comunicati del Subcomandante Marcos – che leggevo da anni arrendendomi sempre alle traduzioni.
Comprai (anzi mi feci comprare dal dottor Doom, visto che all’epoca non avevo né conto in banca né bancomat) un biglietto Ryanair a 20 euro e dissi a mia madre che forse sarei tornata alla fine dell’estate o forse no. Era giugno e mi avrebbe ospitato a tempo indeterminato l’amico gentile di una collega di lavoro, che non c’entrava niente con la mia vita passata e che mi regaló pure un biglietto per andare al Sonar a sentire i Chemical Brothers due giorni dopo il mio arrivo.
Successivamente scoprii che se volevo fermarmi a Barcelona il catalano almeno un po’ dovevo impararlo, che anche per il lavoro piú balordo avrei avuto un contratto e che dopo un anno di contributi potevo addirittura avere un sussidio di disoccupazione.
Che esistevano un’arte sociale e un porno femminista e che potevo baciarmi per la strada con una donna senza sentirmi colpevole né aver paura di essere aggredita.
Poi scoprii pure un programmatore catalano di poche parole e timidi sorrisi, con cui avviai il progetto piú ambizioso della mia vita, che ora ha 3 anni, i capelli biondi e parla e canta in tre lingue.

Leggendo dell’Italia sono sempre un po’ triste, moltissimi altri amici hanno scelto la via dell’esilio e le cose sembrano andare sempre peggio. Quelli che rimangono sono rassegnati, sembrano vittime di questo fatalismo italiano per cui le cose vanno male ma che ce voi fa?
Io mi sento un po’ in colpa, ho il complesso di aver abbandonato la nave che affonda ma in fondo la vita é una e per cambiare le cose c’é bisogno di un’orizzonte collettivo che io a Roma non trovavo piú.

Mi mancano mia madre e le mie famiglie e torno abbastanza spesso, soprattutto adesso che ho una nuova missione: quella di seminare la pornoribellione

Inizio: 26 settembre 2014 21:00
Termine: 26 settembre 2014 23:00
Prezzo: gratuito

28 settembre 2014

CENA VEGAN a cura del Gdc PUBBLICO ORTAGGIO

Inizio: 28 settembre 2014 20:30
Termine: 28 settembre 2014 23:00

4 ottobre 2014

DRUM AND BASS RE_UNION & INCUBATOR PRESENTANO BAYOU&FUTURE ROOTS

SABATO 4 OTTOBRE AL MAGAZZINO 47 DRUM AND BASS RE_UNION SI UNISCE AD INCUBATOR NELL’ORGANIZZAZIONE DI UNA SERATA CHE UNISCE MUSICA E RAPPRESENTAZIONI GRAFICHE UNICHE NEL SUO GENERE

OSPITI BAYOU & FUTURE ROOTS

FUTURE ROOTS:

inizia a studiare musica all’età di 5 anni suonando il violino

all’età di 12 si appassiona alla musica elettronica grazie alle produzioni de lprogetto autechre

influenzato dalle atmosfere dell’ambient,breakcore,jungle e da artisti come Ray Keith,Congo Natty and Aphex Twin inizia a produrre drum’and bass combinando la old school con i nuovi elementi della drum and bass più attuale

https://www.facebook.com/futurerootzdnb/timeline

BAYOU:

il progetto di Bayou nasce artisticamente nel 2009 anno in cui entra a far parte della Jungle Riot crew di Pescara dove prende parte alla serata mensile “Phunked”
appuntamento che gli permette di affiancare in consolle artisti internazionali del calibro di Ulterior Motive, Spectrasoul e Lynx.

Traferitosi a Milano si immerge nel mondo della produzione, pubblicando la sua prima traccia “Deterrence Theory” in collaborazione con Hysee sull’etichetta BNC Express

Nel 2011 segna la sua seconda traccia “Fogna” sull’etichetta austriaca Zenith Recordings;

A seguire, la londinese CX Digital di Loxy&Reza pubblica due sue tracce halftempo “Warlock” e “Wrong Culture”;

Nel 2014 pubblica in free download due tracce con Future Roots: Untitled Jungle e Dread Drone entrambe caratterizzate da un attenzione per le sonorità old school;

Le sue produzioni sono caratterizzate dai classici breaks della dnb, atmosfere thriller e bassi profondi;

I suoi dj-set sono un misto fra passato e presente, in cui le sonorità della dub, della vecchia jungle & techstep si miscelano alle produzioni di ultima generazione;
STEFANOB,JONEX,MENPH,FREE_W

sono i resident djs di drum and bass re_union

https://www.facebook.com/junglewarfarecrew

 

SOLID

Solid nasce musicalmente come batterista e poi viene introdotto ai party DNB da Alex Rice
che frequenta gia da tempo la scena Drum n Bass milanese

In seguito partecipa all’ideazione del progetto INCUBATOR.

Cosrtuisce quindi la struttura di Cubi che oggi porta in giro insieme al suo stile decisamente
cupo e deep.
ILL CLIENT

Dj,Mc del Milanese.Inizia nell’adolescenza a scrivere rap,incastrato nella cultura funky e hip hop collabora con Voltus e Mastino alla realizzazione di eventi ospitando così a Milano la maggior parte degli artisti che rappresentano l’HIPHOP underground italiano (2006/2010).

Dopo l’illuminazione passa al djing e inizia a suonare DNB oltre ad organizzare eventi nel nord Italia sotto il nome di INCUBATOR con lo spirito di conoscere e unire la scena DRUM N BASS, il tutto accompangnato da visual e 3D MAP su una struttura di cubi di legno.
SISTERF(FIRENZE)

nata ad atene nel 1988 si trasferisce a frienze nel 2006 dove scopre e si innamora della drum and bass

i suoi set sono strettamente di pura drum ‘n’bass e sono in grado di trasmettere vibrazioni potenti e pure allo stesso tempo!!!
ANTISTATIC (FIRENZE)

antistatic è un componenete della a.k.m.e (fi) – underground area (bo) – innercity jungle (fi)

il suo è uno stile scaltro ed eclettico ma senza tralasciare la precisione e il gusto

la neurofunk e il genere che lo rappresenta di piu anche se la sua valigia di dischi ruota a 360°

in anni di passione ha avuto la possibilità di suonare con nomi importanti della scena internazionale come DANNY BIRD,MAZTEK ,DJ ED SOLO+MC DARRISON,TENOR FLY,HALLUCINATOR,AUDIO ,BLACK SUN EMPIRE,E MOLTI ALTRI.

https://www.facebook.com/pages/dj-antistatic-akme-crew/267147258409?ref=bookmarks

 

MC SHOT (ROMA)

Mc Shot è sempre stato considerato uno degli mcs più eclettici del panorama italiano.
Dopo aver trascorso alcuni anni all’interno della scena hip-hop & dancehall toscana, sia come mc di Tu Shung Peng che del collettivo rap Fuckingiuda,si avvicina ben presto alle sonorità drum’n’bass & neurofunk

Ha collaborato attivamente con Dr.Fitz & Megatron,Nu Combo e Svisionote presentando numerosi guest tra cui Dub Fx, Aphrodite e Serial Killaz.

Condivide spesso la consolle con producers italiani tra cui Maztek, Aeph, Dabs, Itzokor e Need For Mirrors.

Dal 2009 è l’mc di Subculture Music, affiancando il vj Ka:lu e il producer Maztek
.
Negli ultimi anni la sua voce ha accompagnato i massimi esponenti del neurofunk internazionale tra i quali N.Phect,Audio,Prolix,Black Sun Empire,Neonlight,Axiom,Dementia,Rido,Optiv,Btk,Mefjus,Billain,Vicious Circle.

Nel 2010 ha ideato e condotto come speaker radiofonico ‘BASSLINE TUNNEL’, un radio-show con Dziga su RadioEco. Mc Shot vanta alcune collaborazioni con producers internazionali (Maztek, Semantics, Krot), uscite su etichette come Subculture, Trust In Music e Respect Records.

Dal luglio 2012, in collaborazione con MoonDust e poi con Hanzo & Randie, ritorna a condurre il suo programma radio ‘BASSLINE TUNNEL’ nel palinsesto di Dubplate.fm.
KA:LU (VISUALS)

incontra il vinile all’eta di 15 anni e fa il vj dal 2000
il pui delle volte si è diviso tra consolle dj e vj
è stato il vj ufficiale dei subculture party(la label di maztek)dal 2007 al 2011 oltre a numerose esperienze in paesi come olanda,spagna,uk e ad aver accompagnato con le sue performance visive i set d iartisti del calibro di fourward,apex,nocturnal,prolix,caus4concern,goldie,pendulum,aeph,dabs,erb ‘n’dub storm,soul jah e tenor fly

 

RONIN STYLE:

è un progetto che mira a raggiungere la connessione e l’unione delle crews di djs italiani attraverso una successione di eventi sul territorio nazionale
basati su musica jungle/drum and bass e proiezioni tridimensionali su una struttura modulare composta da cubi

*********************************************

ingresso 2 euro

opening: 21.00

start ore 23.00

*******************************************

SUPPORT:

https://www.facebook.com/pages/Radio-Onda-dUrto/25853499717

http://www.magazzino47.org/

https://www.facebook.com/BassIsland

Inizio: 4 ottobre 2014 21:00
Termine: 4 ottobre 2014 21:00
Locale: magazzino47
Indirizzo:
United States
Prezzo: 2 euro